Tassi, diminuzione di settembre per i prestiti a famiglie e imprese

Secondo quanto sostiene l’Associazione Bancaria Italiana (ABI), nel corso del mese di settembre i tassi di interesse applicati alle operazioni di prestito personale per le famiglie e per le imprese, avrebbero subito un nuovo calo, con la conseguenza di rendere ancor più conveniente l’operazione di indebitamento personale o aziendale.

L’Associazione rivela infatti che nel corso del mese di settembre il tasso medio ponderato sul totale dei prestiti alle famiglie e alle società non finanziarie è stato pari a 4,10 punti percentuali, contro i 4,07 punti percentuali riscontrati nel corso del mese precedente, e 0,49 punti percentuali in più rispetto al valore registrato nel corso dello stesso mese dello scorso anno.

Il bollettino mensile Abi segnala inoltre la diminuzione dei tassi di interesse sui prestiti concessi nel mese di settembre, attestatosi a 3,27 punti percentuali contro i 3,42 punti percentuali del mese di agosto 2011. Il tasso sui prestiti alle famiglie per l’acquisto di nuove o usate abitazioni (che sintetizza l’andamento dei tassi fissi e dei tassi variabili) è stato pari a 3,35 punti percentuali contro i 3,43 punti percentuali del mese precedente.

Il calo dei tassi di interesse ponderati per i mutui casa sembra essere principalmente attribuibile alla evoluzione della tipologia di mutuo richiesto, con preferenza crescente verso i tassi variabili, normalmente più bassi rispetto a quelli fissi, e quindi in grado di influenzare positivamente il dato.