Prestito per dipendenti da BP Pugliese

Il prestito per dipendenti della Banca Popolare Pugliese può assumere le forme di una cessione del quinto dello stipendio o della delegazione di pagamento. In entrambi i casi, si tratta di una linea di credito che le filiali della banca rivolgono alla clientela lavoratrice dipendente a tempo indeterminato, che desideri potersi riservare la disponibilità di una somma di denaro ingente, con restituzione nel medio lungo periodo.

La cessione del quinto dello stipendio, in particolare, è una forma di finanziamento riservata ai lavoratori che possono cedere un quinto dello stipendio netto mensile, per un periodo fino a un massimo di 120 mesi, con rimborso attraverso trattenuta dello stipendio direttamente in busta paga, e a cura del datore di lavoro.

La delegazione di pagamento (o prestito con delega, simile alla cessione del quinto), è una forma di finanziamento riservata ai soli dipendenti pubblici che possono delegare al datore di lavoro il pagamento delle rate fino a un quinto dello stipendio netto mensile al lordo di eventuali cessioni in corso, per un periodo di tempo massimo di 120 mesi, sempre attraverso trattenuta sullo stipendio, direttamente in busta paga.

L’erogazione dell’importo richiesto avverrà attraverso accredito sul conto corrente della Banca Popolare Pugliese, bonifico su conto corrente di altri Istituti di credito, bonifico piazzato, assegno circolare o bonifico postale.

Il finanziamento sarà obbligatoriamente accompagnato da una polizza assicurativa contro i principali rischi di perdita della capacità di rimborso e, principalmente, contro il rischio di decesso. In tale ipotesi, infatti, l’assicurazione provvederà ad estinguere il debito residuo, evitando che l’onere ricada sulle spalle degli eredi.