Cessione del quinto Futuro da Unipol Banca

La cessione del quinto “Futuro” di Unipol Banca è un finanziamento personale che l’istituto di credito concede a tutti i clienti dipendenti e pensionati: la caratteristica di questo prestito è quella di prevedere una forma di restituzione delle rate attraverso l’addebito delle stesse sulla busta paga o sul cedolino pensione, con un importo non superiore a un quinto della retribuzione netta.

Per richiedere il finanziamento è sufficiente compilare l’apposita modulistica predisposta dall’istituto di credito, consegnando la documentazione comprovante il reddito (pertanto, le buste paghe e il CUD in caso di dipendenti, e i cedolini della pensione nell’ipotesi in cui il richiedente sia invece un pensionato).

L’operazione non potrà estendersi complessivamente oltre i 120 mesi; il cliente dell’istituto di credito potrà ovviamente scegliere una scadenza inferiore, e potrà scegliere di estinguere anticipatamente il debito residuo in qualsiasi momento, alle condizioni che verranno stabilite nel contratto di Unipol Banca.

Il tasso di interesse applicato al capitale oggetto di prestito dovrà invece essere, per legge, fisso per l’intera durata dell’operazione. Pertanto, il dipendente o il pensionato potranno conoscere esattamente l’importo di ogni singola rata, la cui entità non subirà alcuna variazione anche in caso di forte oscillazione dei tassi di mercato.

Ricordiamo infine che l’operazione è necessariamente accompagnata da una polizza assicurativa sul rischio vita (per i dipendenti e per i pensionati) e sul rischio impiego (solo per i dipendenti), il cui premio sarà finanziato all’interno del prestito, con un leggero sovrapprezzo dell’importo di ogni singola rata.